13 Dicembre 2017

Dirigenti

L'attuale Dirigente scolastico
Riferimento normativo: Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 Art. 10, comma 8, lett. d) - Art. 15, comma 1, 2, 5 - Art. 41, comma 2 - 3

Il Dirigente Scolastico pro tempore, Antonello Papa, ricopre, in regenza, questo ruolo dal 1° settembre 2015.
E´ presente in Istituto i martedì e i giovedì.
Il Dirigente Scolastico, Antonello Papa, riceve previo appuntamento.
Contatti: iccavaglia@libero.it con oggetto: All´attenzione del Dirigente Scolastico.

Profilo del ruolo di Dirigente Scolastico
Fino al 1998 la figura del Capo d'Istituto era suddivisa nei ruoli di preside, preposto a dirigere scuole medie o gli istituti superiori, e di direttore didattico, posto al vertice delle scuole elementari. A seguito della Legge sull'Autonomia Scolastica (Legge n. 59/97 art.21, D.P.R. n. 275/99), e dell'attribuzione della qualifica dirigenziale (D.lgs.vo n. 59/98), le due figure si sono accorpate in quella unica di Dirigente Scolastico.
Per quanto riguarda il I° ciclo dell´obbligo a cui appartiene il nostro Istituto l´art. 19 della recente Legge n. 111 del 15-7-2011 ha prescritto che, affinché le Istituzioni Scolastiche possano disporre di autonomia funzionale e personalità giuridica e mantenere un Dirigente Scolastico a tutti gli effetti, devono raggiungere la “quota 1000” alunni iscritti o avvicinarvi significativamente, salve deroghe regionali che tengano conto della particolare situazione territoriale.
Il Dirigente Scolastico ha ricevuto poteri sempre più ampi con l'autonomia scolastica concessa dall´art. 21 della Legge n. 59/97 e dal già citato Regolamento dell´Autonomia (D.P.R. n. 275/99), trasformandosi da "Preside-Burocrate", funzionario inquadrato come personale direttivo del Ministero, in "Dirigente-Manager" e “Leader formativo”, personale con qualifica dirigenziale inquadrato nella dirigenza dello stato (Area V della Dirigenza).
Il Dirigente Scolastico è infatti "responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio. Nel rispetto delle competenze degli Organi Collegiali Scolastici, spettano al Dirigente Scolastico autonomi poteri di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane. In particolare il Dirigente Scolastico organizza l'attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia ed è il titolare delle relazioni sindacali"(art. 25 bis Legge n. 59/98 ora art.25 D.lgs.vo n. 165/01).
Il Dirigente Scolastico gestisce le risorse finanziarie concesse dallo Stato e da altri Enti alla Scuola a Lui affidata secondo le linee guida generali diramate dal Ministero della Pubblica Istruzione e da quelle ricevute dal Consiglio d'Istituto, a cui deve fare periodicamente resoconto sul bilancio. È sua la firma su ogni circolare o documento emesso dalla Scuola con conseguente responsabilità sulla qualità del servizio.

Dimensione: 42,03 KB
Dimensione: 356,01 KB
Dimensione: 343,37 KB
Dimensione: 551,98 KB

siti web - www.infonetcloud.com